Giornata mondiale del libro

Buon pomeriggio lettori,

questa è una domenica speciale perché ricorre la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore. Ovviamente per me è una ricorrenza unica e speciale, da festeggiare assolutamente (io e mio marito infatti ci siamo concessi un bel brunch domenicale ultracalorico, su instagram trovate la foto).

Questa giornata particolare nasce nel 1996, quando l’Unesco decide di celebrarla il 23 aprile di ogni anno. È stata scelta questa data perché è il giorno di nascita e morte di alcuni importanti scrittori, tra cui William Shakespeare e Vladimir Nabokov. L’obiettivo della Giornata è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e valorizzare il contributo degli autori per il progresso sociale e culturale dell’umanità, ricordando l’importanza del diritto d’autore. Chissà quante celebrazioni e manifestazioni ci sono in questo momento, in tutto il mondo? 🙂

In Italia si sente spesso dire che ci sono molti più scrittori che lettori. Ecco, questo mi lascia un po’ perplessa perché chi scrive dovrebbe essere prima di tutto un buon lettore, altrimenti come si può scrivere bene? A tal proposito, Amazon ha lanciato un’interessante iniziativa che consiste nel postare una propria foto con l’hashtag #AmoLeggere. Trovo sia una bella idea per condividere le nostre passioni ed emozioni.

Perché alla fine lo scrittore scrive per se stesso, ma anche per emozionare gli altri, per trasmettere qualcosa del suo mondo, per condividere. E se non ci fossero i lettori a che servirebbero gli scrittori? Perciò leggete! Sfogliate quelle pagine con vorace curiosità. Innamoratevi dei personaggi (oppure odiateli liberamente), immergetevi negli abissi delle storie, scalate quelle montagne di parole, perdetevi in universi paralleli lontani anni luce, o nella mente di qualcun altro, ma perdetevi! Divertitevi! Alla fine avrete vissuto più di chiunque altro.

E voi? Per quale ragione leggete? Che generi prediligete? Che libro c’è in questo momento sul vostro comodino? Fatemi sapere nei commenti.

A domani, con la prossima “Book Flash-review”.

Alessia

Ogni giorno della mia vita

📚Ogni giorno della mia vita 📚

di Nicholas Sparks

FullSizeRender-2.jpg

Edito da: Frassinelli

⭐️⭐️⭐️ 3 stelle

Questo romanzo è il seguito de Il posto che cercavo. Jeremy ha lasciato New York e si è fidanzato con Lexie. Vive a Boone Creek, la tranquilla cittadina nel North Carolina. La sua vita e le sue abitudini sono completamente rivoluzionate, sta comprando una casa e sta per diventare padre. Ovviamente, non tutto è così semplice. Gli arrivano delle misteriose email, che gli fanno perdere quella sicurezza e quella fiducia che lo avevano spinto a sradicarsi da New York per amore di Lexie. Ma, andando avanti, altre difficoltà e complicazioni si affaccino nella loro relazione. Sinceramente l’intreccio non mi ha particolarmente coinvolta; un libro che si lascia leggere, ma i colpi di scena sono stati abbastanza prevedibili.

Citazione:

“Allora direi che bisogna essere in due per ballare il tango. Secondo me, avete ragione e torto entrambi. Almeno è così che funziona nella maggior parte delle discussioni. Ognuno è fatto a modo suo e nessuno è perfetto, ma sposarsi significa diventare una squadra. Impiegherete tutta la vita a conoscervi e ogni tanto avrete qualche screzio. Ma la bellezza del matrimonio è che, se si è scelta la persona giusta e si ci si ama, si trova sempre il modo di fare la pace.”

© Review a cura di Alessia Prestanti

Il posto che cercavo

📚Il posto che cercavo📚

di Nicholas Sparks

FullSizeRender-1.jpg

Edito da: Pickwick – Sperling&Kupfer

⭐️⭐️⭐️ 3 stelle

Avevo ricevuto in regalo Ogni giorno della mia vita (il secondo libro) e mancandomi il primo, appunto Il posto che cercavo, l’ho acquistato subito il libreria. Ho letto diversi romanzi di Nicholas Sparks, ma questo mi è sembrato un po’ banale. I protagonisti sono Jeremy Marsh, il classico giornalista figo newyorkese, e Lexie Darnell, una giovane e bella bibliotecaria di provincia. Un mistero da risolvere porta il giornalista nella sconosciuta cittadina di Lexie. Fin dal loro primo incontro si capisce che scoccherà la scintilla. Si è trasportati dalla storia soprattutto perché ci domandiamo: quali scelte prenderanno i due e, nonostante la loro diversità, riusciranno a stare insieme?

Citazione:

“Le donne amano le storie da fiaba. Non tutte, è ovvio, ma la maggior parte cresce sognando l’uomo pronto a rischiare tutto per loro, pur sapendo che potrebbero restarne ferite.”

© Review a cura di Alessia Prestanti

SEGNALAZIONE COME IL SAPORE DELLE LACRIME DI ALESSIA PRESTANTI

Grazie 🙂✨💕

THE BOOK OF WRITER

Buongiorno e buon 1 Aprile a tutti, sono qui a segnalarvi l’uscita di un’autrice e blogger che mi aveva contattato tempo fa e io mi sono dimenticata di segnalarla prima quindi mi scuso anche per il ritardo.

Andiamo a vedere insieme la cover e le info sul libro che è il seguito di Non ti vorrei.

51Z2DUAQI0LTitolo: Il sapore delle lacrime

Autrice: Alessia Prestanti

Casa Editrice: Self Publishing

Genere: Romanzo rosa

Anno di Pubblicazione: 2017

Pagine: 460

Prezzo Ebook: 2,99 €


                                      TRAMA

Linda, la protagonista adolescente di Non Ti vorrei, sta diventando una donna e si trova ad affrontare le sfide che la vita adulta le mette di fronte. Tutto è cambiato. Un drammatico avvenimento ha completamente rivoluzionato la sua esistenza. Di Daniele le è rimasto solo un amaro ricordo, mentre un altro ragazzo sembra farsi strada nel suo cuore straziato. Il sapore delle lacrime è il viaggio…

View original post 21 altre parole

Dieci piccoli indiani

📚Dieci piccoli indiani📚

di Agatha Christie

Copia di IMG_6585.jpg

Edito da: Oscar Mondadori

⭐️⭐️⭐️⭐️ 4 stelle

Questo libro venne pubblicato per la prima volta nel 1939, ma non passa mai di moda. Un vero, elettrizzante, emozionante giallo. Dieci piccoli indiani parla di dieci persone che non si conoscono – invitate da qualcuno e senza una ragione apparente – riunite in una casa sperduta su un’isola deserta. Tutto inizia con una cena. E inaspettatamente… muore qualcuno. Qualsiasi persona sull’isola è una papabile vittima. Inoltre, un’ inquietante filastrocca sembra iniziare a scandire il ritmo degli omicidi. Chi non impazzirebbe? Da leggere tutto d’un fiato, lasciandosi trasportare dai dubbi, dai colpi di scena, e dalle supposizioni che cambiano ogni volta.

Citazione:

“Uno di noi… uno di noi… uno di noi…”. Tre parole ripetute all’infinito, scandite nel cervello per ore e ore. Cinque persone terrorizzate. Cinque persone che si sorvegliavano a vicenda, che ora non si preoccupavano più di nascondere la loro tensione. Nessuno si sforzava di fingere, di sostenere una conversazione formale. Erano cinque nemici legati l’uno all’altro da un mutuo istinto di conservazione. E tutti e cinque, improvvisamente, persero un po’ la parvenza di esseri umani. Stavano regredendo, senza accorgersene, allo stato animale.”

Curiosità:

Sapevate che questo libro venne pubblicato per la prima volta in Inghilterra col titolo “Ten Little Niggers” (Dieci piccoli negretti, facendo riferimento alla filastrocca)? Quando venne pubblicato negli Stati Uniti, il titolo fu cambiato in “And Then There Were None”, dato che nigger è un termine dispregiativo. Quando venne pubblicato in Italia, nel 1946, fu intitolato “E poi non rimase nessuno”, ma nel 1977 venne cambiato in “Dieci piccoli indiani”. Ancora oggi in America invece il titolo è rimasto “And Then There Were None”.

© Review a cura di Alessia Prestanti

Il nuovo romanzo in anteprima!

Banner promo antepr ISDL.jpg

Ecco un’anteprima da leggere de Il sapore delle lacrime, il romanzo seguente a Non ti vorrei. Potete leggerne il primo capitolo senza installare nessuna app, direttamente dal vostro dispositivo o sul computer. In alternativa, prima di fare l’acquisto su iBooks o Kindle store, potete scaricarvi l’estratto gratuito.

Clicca QUI per leggere l’anteprima.

Buona lettura e, mi raccomando, aspetto le vostre recensioni! 🙂

Alessia

Giornata mondiale della poesia

Buongiorno lettori. Oggi è la Giornata mondiale della poesia, istituita dall’Unesco nel 1999. Ed oggi, giorno di primavera, ricorre anche la nascita di Alda Merini 🌼✨🌷 Un meraviglioso connubio! Vi lascio con uno sprazzo di primavera – delle mie piantine – e qualche poesia di Alda.


Tratta dal libro “L’altra verità” di Alda Merini.

Un’altra sua bellissima poesia, per rendere omaggio a questa giornata:

“Sono nata il ventuno a primavera”
Sono nata il ventuno a primavera

ma non sapevo che nascere folle,

aprire le zolle

potesse scatenar tempesta.

Così Proserpina lieve

vede piovere sulle erbe,

sui grossi frumenti gentili

e piange sempre la sera.

Forse è la sua preghiera.

Buon compleanno, Alda. Ovunque tu sia. 🌼


Alessia