Ragione e sentimento

Che tu sia figlio di un re o capo di stato,
che tu sia buono come il pane, o brutto e maleducato,
che tu sia pazzo o normale, gatto oppure cane,
guardia o ladro, non importa se sei fatto o ubriaco.
Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,
puoi chiamarti ufficiale, puoi chiamarti soldato,
puoi persino morire:
comunque l’amore è là dove sei pronto a soffrire,
lasciando ogni cosa al suo posto e partire
anche tu come me…

Che giri a destra o a sinistra, vero o per finta
è così: la tua impressione è solo un punto di vista,
e non importa quale donna sposi o come si chiama,
ciò che hai fatto in questa vita e in una vita passata.
Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,
puoi cambiare il tuo cognome e usare un nome inventato,
puoi persino morire:
comunque l’amore è là dove sei pronto a soffrire,
lasciando ogni cosa al suo posto e partire
anche tu come me
L’amore soltanto l’amore può farti guarire
anche tu come me

Comunque vada, che tu sia Dolce o Gabbana,
che tu sia figlio di una guerra santa, giusta o sbagliata,
non importa se dormi in una villa o per strada,
che tu sia uomo, donna, frocio, Lucio Dalla o Sinatra.
Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,
puoi chiamarti ufficiale, puoi chiamarti soldato,
puoi persino morire:
l’amore soltanto l’amore può farti guarire,
lasciando ogni cosa al suo posto e partire.
L’amore è là dove sei pronto a morire
lasciando ogni cosa al suo posto e partire
e partire…
e partire…

Figlio di un re – Cesare Cremonini

Questa canzone ultimamente l’ascolto spesso, mi fa pensare a quanto l’amore sia un valore presente nella vita di tutti noi a prescindere da chi siamo. Che uno ci creda o no, chi più chi meno tutti ci scontriamo o abbracciamo questo forte sentimento. Io ho sempre creduto di essere una grande “innamorata”. In tutte le mie storie ho sempre dato tutta me stessa, ho amato e sono stata amata, ho ferito, sono stata ferita… ho fatto soffrire e ho sofferto. L’amore è così, è dove sei pronto a soffrire, morire. Ogni decisione, ogni scelta di vita l’ho fatta sempre pensandoci molto e soffrendo molto, valutando tanti aspetti ma sempre seguendo il mio cuore. Lui detta legge in me. L’ha sempre fatto. Ma… adesso, sarà la maturità, saranno le circostanze, o qualsiasi altra cosa… c’è qualcos’altro oltre il cuore stavolta. Non comprendermi, non capire i miei sentimenti stavolta mi fa davvero male. Ragione o sentimento? Cara Jane Austen, quanto ne sapevi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...