Il metodo Montessori

📚 Il metodo Montessori 📚

di Charlotte Poussin
A9383C69-A78A-4CD6-BFEC-794848217218.JPG
Edito da: Demetra
⭐️⭐️⭐️⭐️ 4 Stelle
 

Oggi vi parlo di un libro decisamente diverso dal solito, un libro per “futuri genitori” direi. Penso che non si impari nei libri ad essere buoni genitori, ma farci un’idea di quello che ci aspetta e di come possiamo porci di fronte ad un cambiamento di vita così importante, credo non possa fare che bene. Questo testo di facile lettura, con foto e illustrazioni, raccoglie i punti chiave del metodo educativo di Maria Montessori. Chi non ricorda la signora sulle mille lire? Ecco, era proprio lei. Non sto a dilungarmi sul suo metodo e sulla sua storia, ci sono molti libri che ne parlano, ma questo secondo me li riassume bene ed in modo semplice, ponendo l’attenzione su…………

POTETE LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA SUL MIO NUOVO SITO:

WWW.ALESSIAPRESTANTI.IT

NB: Vi informo che d’ora in poi non userò più WordPress, ma il blog del mio sito ufficiale. Quindi se vi va iscrivetevi alla newsletter per rimanere aggiornati su tutte le novità e fate lo stesso per commentare e mettere “mi piace”, basta loggarvi col vostro account Facebook! 😀

Alla prossima 😉

Alessia

Annunci

“THE NEW YEAR BOOKTAG”

 

Ciao a tutti readers.

Oggi un articolo dedicato ad un book tag che ho letto sul blog di Fall in books, che lo ha visto su La volpe del libro e a sua volta dalla booktuber Jo Reads (che tra l’altro seguo da un po’, ma questo book tag me l’ero perso nei meandri internettiani). Comunque, qualunque sia l’origine di questo book tag, non potevo esimermi dal parteciparvi! 🙂

Perciò ecco qua, cominciamo.

Domanda n.1: Quanti libri hai intenzione di leggere nel 2018?

Sul mio profilo Goodreads quest’anno mi sono prefissata un obiettivo di almeno 30 libri, visto che nel 2017 mi ero proposta 20 libri e alla fine ne ho letti qualcuno in più. Vediamo se quest’anno mi supero di nuovo. 😀

Domanda n.2: Nomina 5 libri che non sei riuscita a leggere quest’anno ma che avranno la priorità nel 2018.

Nella mia Reading list 2017 qualche titolo in effetti è rimasto fuori, vuoi per l’istinto di leggerne altri, vuoi per lo stato d’animo del momento. Tra quelli che non ho letto ma che vorrei leggere quest’anno c’è sicuramente:

1 – Cime Tempestose di Emily Brontë

2 – Il buio oltre la siepe di Harper Lee

3 – Un viaggio chiamato vita, Banana Yoshimoto

4 –  Norwegian Wood, Murakami Haruki

5 – Ciò che inferno non è, Alessandro D’Avenia

Poi ovviamente ce n’è un’altra infinità di libri che vorrei leggere. Non finiranno mai temo  😉

Domanda n.3: Nomina un genere che vorresti leggere di più.

Forse più gialli / suspense. E’ un genere che mi piace tanto e che mi fa staccare la spina, ma per vari motivi a me stessa ignoti poi ne leggo meno di quanto vorrei.

Domanda n.4: 3 obiettivi che non riguardano i libri che vorresti ottenere nel 2018.

Qui sul mio blog non parlo di cose personali che non riguardano i libri. E poi i miei obiettivi girano ugualmente intorno ai libri, perché riguardano la scrittura 😀 Infatti spero di riuscire a finire quest’anno la stesura del nuovo libro a cui sto lavorando.

Domanda n.5: Qual è un libro che hai da una vita e che ancora devi leggere?

Purtroppo ne ho diversi che ho comprato da un po’ e sono rimasti lì in attesa (non lo dite a mio marito 😛 ). Forse quello che ho da tanto tempo e devo ancora leggere è proprio “Il buio oltre la siepe”. Ma prometto che quest’anno provvederò!

Domanda n.6: Una parola che vorresti rappresentasse il tuo 2018?

Felicità. Felicità condivisa.

Senza ombra di dubbio. E spero davvero sia la parola chiave di questo 2018; d’altronde, chi non vuole essere felice nella vita?


 

Il book tag termina qui. Chi vuole può continuare a partecipare, e in caso lo scriva qui nei commenti: sono curiosa di leggere le vostre risposte librose. Alla prossima!

Alessia

Dietro le quinte di… un romanzo storico

Dietro le quinte di… un romanzo storico

Ciao a tutti readers,

scusate l’assenza dell’ultimo periodo, ma sto leggendo un mucchio di libri per documentarmi al meglio sul tema del mio prossimo romanzo che – posso anticiparvi –sarà… udite udite… un romanzo storico (sentimentale, ovviamente)! 😉

E, come molti mi hanno già chiesto, sarà ambientato nell’Italia nel 1500. Nella mia amata Toscana. E più precisamente, a Firenze. Nella bella Firenze rinascimentale. I personaggi principali sui quali sto lavorando sono principalmente due: Bianca Cappello e Francesco I de’Medici.

Ma, senza troppi spoiler, voglio condividere con voi il mio “dietro le quinte”, ovvero come ho strutturato il lavoro di ricerca che sto attualmente portando avanti. Ho pensato di suddividerlo in varie fasi.

Fase 1: Documentarsi con i libri.

Prima di poter dare voce ai personaggi occorre conoscerne la storia a fondo. Non è semplice andare a studiare la psicologia di persone ormai defunte da centinaia di anni. Ma da qualche parte bisogna pur cominciare. Così, ho iniziato ad acquistare libri sulla vita di Bianca Cappello (principalmente su internet, tramite Amazon, etc).

Snapseed.jpg

Ho attinto anche a fonti locali, come la biblioteca comunale di Poggio a Caiano, che ringrazio tantissimo per l’aiuto fornito nella mia ricerca e nel prestito di volumi antichi sull’argomento.

Oltre a documentarsi su i personaggi, serve anche studiare il contesto storico, la politica, gli usi e i costumi dell’epoca, le abitudini durante il giorno, il tempo libero e a tavola.

Fase 2: Imparare con documentari e film.

E’ un modo utile e rapido per acquisire informazioni divertendosi, un po’ come facevamo da bambini con i cartoni sul corpo umano. 😉 Ho cercato film sull’argomento o ambientati in quell’epoca. Ho cercato di soffermarmi sui dettagli dei vestiti, delle ambientazioni e del linguaggio.

Fase 3: Osservare dal vivo.

Mi sono recata nei luoghi che descriverò nel libro: a partire da Venezia, città natale di Bianca Cappello (città che conosco abbastanza bene visto che ci sono stata almeno sei volte, ma non bastano mai), passando per le varie Ville Medicee (per esempio Poggio a Caiano, Cerreto Guidi, Pratolino) fino ai luoghi più importanti di Firenze: Palazzo Vecchio, Palazzo Pitti e i suoi giardini di Boboli, la Galleria degli Uffizi, gli Orti Oricellari, le Cappelle Medicee, la Basilica di Santa Maria del Fiore, etc.

Sapere di essere proprio nel luogo dove si sono svolte molte vicende è veramente emozionante.

Fase 4: Riordinare le informazioni.

Ci sono tantissime informazioni che a questo punto sono state raccolte e vanno ordinate per bene (per non impazzire) 😀

Io mi sono servita di un quadernone ad anelli, in cui ho classificato tutte le informazioni in sezioni: eventi in ordine cronologico, personaggi, contesto storico, etc.

Ho usufruito anche dell’aiuto digitale: ho usato il mio iPad Pro con Apple Pencil per prendere appunti, scrivere al volo, sottolineare, disegnare. Mi è servito anche per scansionare le pagine più rilevanti dei libri in prestito e poter così sottolineare le cose più importanti ed averle sempre con me.

 

IMG_0274.jpg

Inoltre ho utilizzato un pannello in sughero per collegare subito volti a nomi, date, per ricordarmi matrimoni, amanti, amicizie, e tappe di viaggio. Ho utilizzato dei fili colorati per collegare i vari personaggi.

IMG_0283.jpg

Fase 5: Scrittura!

Inizia la cosa più divertente: la prima stesura! Ed è qui che si comincia davvero a ballare. Occorre pensare al tipo di narratore, al punto di vista giusto, all’intreccio degli eventi e come raccontarlo al meglio. Prepariamoci a notti insonni, alle farfalle nello stomaco e a periodi nei buchi neri. Ma cos’è la scrittura se non una meravigliosa ed esilarante avventura?!

Eccovi alcuni miei scatti nei luoghi che ho visitato, e che probabilmente ritroverete nel libro:

Snapseed.jpg

Snapseed.jpg

Snapseed.jpg

Snapseed.jpg

Snapseed.jpg

Snapseed.jpg

IMG_0022.jpg

IMG_0290.jpg

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, e magari possa essere d’aiuto a chi si volesse cimentare in una cosa del genere.

Alla prossima 🙂

Alessia

News su i miei romanzi

Buongiorno readers 🙂

Oggi sono qui per condividere con voi alcune novità.

Con l’uscita dell’epilogo speciale del mio ultimo romanzo, le sorprese non sono finite! Infatti, da oggi trovate in digitale “Il sapore delle lacrime” in offerta a 1,99€… e “Non Ti vorreiGRATIS su iBooks!!! Mi raccomando, scaricatelo subito! E ovviamente aspetto con ansia le vostre recensioni 😉

Promo FB2.jpg

Oltre alle versioni digitali, sono abbassati i prezzi anche delle versioni cartacee che potete trovare su Amazon! 🙂

Non Ti vorrei → 8,78€

Il sapore delle lacrime → 11,42€

Promo FB.jpg

Per la parte II dell’epilogo, iscrivetevi al blog se ancora non l’avete fatto o seguitemi sui social, per rimanere aggiornati 🙂

Vi mando un bacione e alla prossima!

Alessia

SalvaSalva

La mia intervista

Ciao a tutti readers,

oggi voglio condividere con voi l’intervista che mi ha fatto Giulia, persona squisita e professionale, scrittrice, blogger e youtuber (–>M’hannodettodifareunblog). La ringrazio tantissimo per aver letto i miei libri e aver ritagliato un po’ di spazio per me.

In questa intervista rispondo alle curiose domande di Giulia e parlo un po’ della mia passione per la scrittura, come è nata, e come è nato il primo e il secondo romanzo, se la storia e la protagonista hanno a che fare con la mia vita, progetti futuri e molto altro…

Vi lascio al video! 🙂

 

ps: scusate il mio marcato accento toscano e la mia agitazione per la telecamera, spero mi perdonerete. 😀

Alessia

Presentazione Ultimo Romanzo

Salve readers,

finalmente è arrivato per me un momento molto importante ed emozionante: la presentazione del mio ultimo libro: Il sapore delle lacrime.

Locandina_V1

Si svolgeranno due presentazioni: la prima data 15/06 a Poggio a Caiano (Prato) e la seconda 19/06 a Livorno. Chi di voi volesse partecipare e condividere con me questo momento speciale, è il benvenuto. Quindi siete tutti invitati!! 🙂 A fine presentazione faremo il firma-copie dei libri, dove firmerò le due copie per la vincitrice/vincitore del Giveaway. Vi ricordo che su i miei profili social trovate il post del Giveaway (avete tempo fino al 14 giugno ore 17:00, per partecipare).

Ringrazio Marta Rasetti, entusiasta relatrice di entrambe le presentazioni, Giacomo Mari, assessore alla cultura di Poggio a Caiano, che ha reso possibile la realizzazione dell’evento nella bellissima Biblioteca Inverni, presso le antiche scuderie medicee; la Libreria Erasmo, di Livorno che mi ha dato la disponibilità per farmi conoscere oltre il mio paese natale; il Gruppo Giova Production (onlus) di Poggio a Caiano, e le loro bravissime attrici Gaia e Giulia, che interpreteranno le letture degli estratti.

Ringrazio mio marito Giacomo, che mi aiuta quotidianamente nelle scelte e mi supporta in ogni occasione. La sua fiducia in me è tutto. È la mia roccia e il mio sole.

E poi… ringrazio il web, le lettrici e i lettori di iBooks e Kindle che, al di là dei no delle case editrici, con “Non ti vorrei” mi hanno fatto credere di più in me stessa e intraprendere questa strada con coraggio e voglia di scommettere su me stessa. Grazie per i 70 mila download e le 2500 recensioni. Spero che questo sia solo l’inizio di un cammino. I progetti ci sono. Aspettano solo di essere realizzati. E le storie di essere scritte.

Alessia