Gli annientatori

📚 Gli annientatori 📚

di Gianluca Morozzi
IMG_1880.jpg
Edito da: Tea
⭐️⭐️⭐️⭐️ 4 Stelle
La flash review di oggi riguarda questo libro made in Italy ricco di suspense.
Giulio Maspero è uno scrittore che un giorno si trova senza fidanzata e senza casa. Uno strambo fumettista, da poco conosciuto, gli offre il suo appartamento, mentre lui sarà all’estero per un po’. La casa è in vetta ad un palazzo con strani, stranissimi vicini, che lo accolgono con sorrisi e lasagne; incontra pure un’affascinante ragazza misteriosa. Giulio accetta, pensando che alla fine sarà per poco ed è pur sempre gratis. Via via, scopre che i vicini sono tutti parenti. Un po’ in stile King, Morozzi riesce a mantenere una suspense molto alta. Pagina dopo pagina si capisce che accadrà qualcosa di……………..

POTETE LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA SUL MIO NUOVO SITO:

WWW.ALESSIAPRESTANTI.IT

NB: Vi informo che d’ora in poi non userò più WordPress, ma il blog del mio sito ufficiale. Quindi se vi va iscrivetevi alla newsletter per rimanere aggiornati su tutte le novità e fate lo stesso per commentare e mettere “mi piace”, basta loggarvi col vostro account Facebook! 😀

Alla prossima 😉

Alessia

Annunci

Il metodo Montessori

📚 Il metodo Montessori 📚

di Charlotte Poussin
A9383C69-A78A-4CD6-BFEC-794848217218.JPG
Edito da: Demetra
⭐️⭐️⭐️⭐️ 4 Stelle
 

Oggi vi parlo di un libro decisamente diverso dal solito, un libro per “futuri genitori” direi. Penso che non si impari nei libri ad essere buoni genitori, ma farci un’idea di quello che ci aspetta e di come possiamo porci di fronte ad un cambiamento di vita così importante, credo non possa fare che bene. Questo testo di facile lettura, con foto e illustrazioni, raccoglie i punti chiave del metodo educativo di Maria Montessori. Chi non ricorda la signora sulle mille lire? Ecco, era proprio lei. Non sto a dilungarmi sul suo metodo e sulla sua storia, ci sono molti libri che ne parlano, ma questo secondo me li riassume bene ed in modo semplice, ponendo l’attenzione su…………

POTETE LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA SUL MIO NUOVO SITO:

WWW.ALESSIAPRESTANTI.IT

NB: Vi informo che d’ora in poi non userò più WordPress, ma il blog del mio sito ufficiale. Quindi se vi va iscrivetevi alla newsletter per rimanere aggiornati su tutte le novità e fate lo stesso per commentare e mettere “mi piace”, basta loggarvi col vostro account Facebook! 😀

Alla prossima 😉

Alessia

Macerie Prime – sei mesi dopo

📚Macerie Prime (sei mesi dopo)📚

di Zerocalcare

B1C6FDE0-851E-4054-A088-CF22D5453C2A.JPG

Edito da: Bao Publishing

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️  5 stelle

Ecco finalmente il seguito di Macerie Prime. In questo secondo e conclusivo episodio si va avanti a raccontare le difficoltà del protagonista e dei suoi amici: lavori precari, vite in bilico, il desiderio di avere un figlio o meno… ognuno viene privato di un pezzo di sé e la colpa non è solo dell’altro, ma anche nostra. La filosofia del panda (che alla fine si rivelerà per ciò che è) oscura il fedele amico armadillo, da sempre a fianco del protagonista. E se all’inizio ci sembra di stare meglio, alla lunga abbiamo perso totalmente noi stessi e i nostri amici. La vera battaglia è attraversare le macerie della vita e andare avanti, insieme, nonostante tutto. Come sempre Zerocalcare si dimostra divertente, ironico e tremendamente profondo. Analizza la società da dentro e tocca concetti reali che fanno riflettere sull’importanza della vera amicizia e del sostegno reciproco nei momenti difficili. Un’opera che nell’insieme è davvero struggente e, per come è raccontata, si meriterebbe anche di più di 5 stelle.

 

Citazioni:

“Alla fine noi siamo ‘sta roba qua. Sopravvissuti, imperfetti, pieni di cicatrici che ci siamo fatti tra di noi.”

“È così quando attraversi la vita. Ti usuri. E non puoi più tornare come prima. Ci devi stare. L’importante è che capisci quali sono i pezzi più importanti, quelli di cui non puoi fare a meno, che ti fanno essere quello che sei… E te li tieni stretti.”

“Chissà se sono più le cose che guadagni o quelle che perdi, quando impari a campare.”

© Foto e FlashReview a cura di Alessia Prestanti

A ovest di Roma

📚A ovest di Roma📚

di John Fante

IMG_1274.jpg

Edito da: Einaudi

⭐️⭐️⭐️⭐️  4 stelle

“A ovest di Roma” è un libro formato da un romanzo breve e un racconto. Il primo è “Il mio cane Stupido” e il secondo “L’orgia”. Il primo mi è piaciuto senz’altro molto di più. Il protagonista è Henry Molise e ha delle forti somiglianze col Fante autore: si tratta di uno scrittore in crisi, con quattro figli (dei quali non è affatto soddisfatto e orgoglioso) e una moglie apatica; vive in California, a Santa Monica, in quella che sembrerebbe la casa dei sogni, vicino all’oceano. Eppure sembra che tutto lo deluda e che si porti addosso questo perenne senso di frustrazione, finché una sera trova uno strano cane gigantesco nel giardino di casa. E da questo momento tutto sembra destinato a cambiare. Lo stile di scrittura di Fante è ironico, riflessivo e a tratti malinconico. Diverso da quello che leggo di solito, ma devo dire che mi è piaciuto tanto forse proprio per questo suo modo di “raccontare” la vita.

L’orgia” invece si svolge in Colorado nel 1925, e ha come voce narrante un ragazzino di dieci anni, figlio di un muratore e una donna estremamente religiosa. Il socio del padre, tale Frank Gagliano (sempre per metà italiano come il precedente protagonista) non è ben visto dalla madre: appena si avvicina alla casa lei lo scaccia come il demonio. Quando poi il bimbo dovrà accompagnare i due soci nella miniera, dove dicono troveranno l’oro, succederà qualcosa di veramente inaspettato.

Questo racconto mi è sembrato un po’ frivolo e sbrigativo; lo stile c’è sempre, ma la storia non mi ha convinta né entusiasmata. Una stella in meno per il racconto.

Citazioni:

“Era un cane, non un uomo, un animale, ma col tempo sarebbe diventato mio amico, e mi avrebbe riempito la testa di orgoglio, divertimento e sciocchezze.”

“Uscendo dal garage in retromarcia con la mia Porsche sentii la piatta vuotezza della mia guancia, quel posto dove Harriet non mi aveva dato il bacio d’addio. Per un quarto di secolo l’abitudine del bacio d’addio era stata parte delle nostre vite. Ora mi mancava nello stesso modo in cui a un monaco manca un grano del suo rosario.”

“La strada che conduce al cuore di un cane è la stessa che porta a quello di un uomo.”

“Per scrivere bisogna amare, e per amare bisogna capire.”

© Foto e FlashReview a cura di Alessia Prestanti

“THE NEW YEAR BOOKTAG”

 

Ciao a tutti readers.

Oggi un articolo dedicato ad un book tag che ho letto sul blog di Fall in books, che lo ha visto su La volpe del libro e a sua volta dalla booktuber Jo Reads (che tra l’altro seguo da un po’, ma questo book tag me l’ero perso nei meandri internettiani). Comunque, qualunque sia l’origine di questo book tag, non potevo esimermi dal parteciparvi! 🙂

Perciò ecco qua, cominciamo.

Domanda n.1: Quanti libri hai intenzione di leggere nel 2018?

Sul mio profilo Goodreads quest’anno mi sono prefissata un obiettivo di almeno 30 libri, visto che nel 2017 mi ero proposta 20 libri e alla fine ne ho letti qualcuno in più. Vediamo se quest’anno mi supero di nuovo. 😀

Domanda n.2: Nomina 5 libri che non sei riuscita a leggere quest’anno ma che avranno la priorità nel 2018.

Nella mia Reading list 2017 qualche titolo in effetti è rimasto fuori, vuoi per l’istinto di leggerne altri, vuoi per lo stato d’animo del momento. Tra quelli che non ho letto ma che vorrei leggere quest’anno c’è sicuramente:

1 – Cime Tempestose di Emily Brontë

2 – Il buio oltre la siepe di Harper Lee

3 – Un viaggio chiamato vita, Banana Yoshimoto

4 –  Norwegian Wood, Murakami Haruki

5 – Ciò che inferno non è, Alessandro D’Avenia

Poi ovviamente ce n’è un’altra infinità di libri che vorrei leggere. Non finiranno mai temo  😉

Domanda n.3: Nomina un genere che vorresti leggere di più.

Forse più gialli / suspense. E’ un genere che mi piace tanto e che mi fa staccare la spina, ma per vari motivi a me stessa ignoti poi ne leggo meno di quanto vorrei.

Domanda n.4: 3 obiettivi che non riguardano i libri che vorresti ottenere nel 2018.

Qui sul mio blog non parlo di cose personali che non riguardano i libri. E poi i miei obiettivi girano ugualmente intorno ai libri, perché riguardano la scrittura 😀 Infatti spero di riuscire a finire quest’anno la stesura del nuovo libro a cui sto lavorando.

Domanda n.5: Qual è un libro che hai da una vita e che ancora devi leggere?

Purtroppo ne ho diversi che ho comprato da un po’ e sono rimasti lì in attesa (non lo dite a mio marito 😛 ). Forse quello che ho da tanto tempo e devo ancora leggere è proprio “Il buio oltre la siepe”. Ma prometto che quest’anno provvederò!

Domanda n.6: Una parola che vorresti rappresentasse il tuo 2018?

Felicità. Felicità condivisa.

Senza ombra di dubbio. E spero davvero sia la parola chiave di questo 2018; d’altronde, chi non vuole essere felice nella vita?


 

Il book tag termina qui. Chi vuole può continuare a partecipare, e in caso lo scriva qui nei commenti: sono curiosa di leggere le vostre risposte librose. Alla prossima!

Alessia

Macerie prime

📚Macerie prime📚

di ZEROCALCARE

IMAGE 2018-01-22 17:53:50.jpg

Edito da: BAO PUBLISHING

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️  5 stelle

Zerocalcare non si smentisce e dopo l’esperienza di Kobane Calling* (che mi era piaciuto tantissimo) torna ad una dimensione più intima, parlando di sé e degli amici di sempre. Punta l’attenzione sulle crisi che ci troviamo ad affrontare nella vita dopo i fatidici 30 e, attraverso un bambino che prende appunti, ci mostra con tutta la sua geniale ironia i demoni che a volte ci dominano prendendo il sopravvento e che poi si portano via un pezzo di noi.

Con i suoi disegni Zero sa essere divertente, ironico,
commovente e struggente allo stesso tempo. La consiglio come lettura anche a chi di solito non legge fumetti. Macerie prime? Promosso sicuramente a pieni voti! 🙂

* [ Trovate la mia recensione di Kobane Calling –> qui. ]

Citazioni:

“Mi serve un mattone. Uno solo. Per poter continuare a costruirci sopra quel castello Lego di illusioni che mi fa alzare la mattina.”

“Però a volte per non crollare, cerchiamo un bersaglio su cui scaricare il caricatore. Un capro espiatorio che dia senso al nostro dolore. E in cambio di quel senso diamo via un pezzetto della nostra umanità. Per cui ci ritroviamo a dire cose che ci vergognavamo anche solo a pensare.”

Curiosità:

Sono stata alla presentazione del fumetto a Campi Bisenzio (FI), dove ho avuto l’occasione di conoscere l’autore dal vivo, parlarci un poco e farmi fare uno dei suoi famosi “disegnetti”. 😀 Devo dire che Zerocalcare è davvero una persona squisita, simpatica, genuina e molto alla mano.

Ah, nota importantissima: questo è un fumetto diviso in due. La conclusione uscirà a maggio 2018!

Perciò… stay tuned! 😀

 

© Foto e Review a cura di Alessia Prestanti

SalvaSalva

#BambineRibelli

📚Storie della buonanotte per bambine ribelli📚

di Elena Favilli e Francesca Cavallo

C1BF4DCF-1F94-4C8F-8B6C-D934A923BFE5.JPG

Edito da: Mondadori

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️  5 stelle

C’era una volta, una principessa che aspettava il principe azzurro? Niente affatto. Tra queste bellissime pagine illustrate, scoprirete le vite di ragazze e donne coraggiose, indipendenti, forti, generose e determinate. Donne che si sono poste degli obiettivi e li hanno raggiunti con sacrifici; donne che a costo della vita hanno stabilito dei record mondiali. Delle vere eroine, altro che i banali super eroi. Dei veri e propri esempi di vita, che vogliono spronare ogni giovane donna a non temere niente, né i dogmi imposti dalla società, né i propri limiti. Quello che sembrava impossibile, è stato invece possibile solo grazie alla dedizione e alla forza d’animo di queste instancabili donne. “Storie della buonanotte per bambine ribelli” è un vero e proprio inno al “girl power”. Ogni bambina, giovane donna, e donna dovrebbe leggerlo (senza dimenticare tutti i maschietti: anche loro hanno bisogno di capire quanto noi donne siamo capaci di fare).

Citazioni:

“Sii sempre fedele a te stessa e non permettere mai a quello che dicono gli altri di distrarti dai tuoi obiettivi.” Michelle Obama

“Soprattutto, non temete i momenti difficili. Il meglio viene da lì.” Rita Levi Montalcini

“Non puoi cambiare le circostanze, ma solo il modo in cui le affronti.” Jessica Watson

“Le cose migliori e più belle del mondo non si possono vedere né toccare: si devono sentire con il cuore.” Helen Keller

“Anche di fronte alle più grandi sfide, non abbandonare mai i tuoi sogni. Più insisterai, più ti avvicinerai a ottenere quello che desideri. Quando le cose diventano difficili, tu diventa ancora più forte.” Amna Al Haddad

Curiosità:

È stato il libro più venduto in Italia nel 2017 (ben 470.000 copie). Ultimamente la Mondadori ha svelato l’uscita del secondo volume!! Sarà disponibile in Italia dal 27 febbraio 2018!! Save the date!

Io lo prenderò sicuramente. Non vedo l’ora.

#bambineribellidelmondounitevi 🙂

© Foto e Review a cura di Alessia Prestanti