Gli annientatori

📚 Gli annientatori 📚

di Gianluca Morozzi
IMG_1880.jpg
Edito da: Tea
⭐️⭐️⭐️⭐️ 4 Stelle
La flash review di oggi riguarda questo libro made in Italy ricco di suspense.
Giulio Maspero è uno scrittore che un giorno si trova senza fidanzata e senza casa. Uno strambo fumettista, da poco conosciuto, gli offre il suo appartamento, mentre lui sarà all’estero per un po’. La casa è in vetta ad un palazzo con strani, stranissimi vicini, che lo accolgono con sorrisi e lasagne; incontra pure un’affascinante ragazza misteriosa. Giulio accetta, pensando che alla fine sarà per poco ed è pur sempre gratis. Via via, scopre che i vicini sono tutti parenti. Un po’ in stile King, Morozzi riesce a mantenere una suspense molto alta. Pagina dopo pagina si capisce che accadrà qualcosa di……………..

POTETE LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA SUL MIO NUOVO SITO:

WWW.ALESSIAPRESTANTI.IT

NB: Vi informo che d’ora in poi non userò più WordPress, ma il blog del mio sito ufficiale. Quindi se vi va iscrivetevi alla newsletter per rimanere aggiornati su tutte le novità e fate lo stesso per commentare e mettere “mi piace”, basta loggarvi col vostro account Facebook! 😀

Alla prossima 😉

Alessia

Annunci

Sorprendimi

📚Sorprendimi📚

di Sophie Kinsella

12CA55AF-8CDE-4274-AE7C-DF8D2C2099A9.JPG

Edito da: Mondadori

⭐️⭐️⭐️ 3 stelle

Cosa succede quando un dottore vi dice che avete una lunga aspettativa di vita e che starete insieme a vostro marito per altri sessantotto anni almeno? Dan e Sylvie, nonostante siano una coppia innamorata, solida, con due gemelle, rimangono sconcertati dalla cosa e decidono di organizzarsi a vicenda delle piccole sorprese per vivacizzare il rapporto. Ma si sa, le sorprese non sempre vanno come ci si immaginava. E alla fine la coppia sembrerà davvero attraversare una brutta crisi. A mio parere in questo libro la Kinsella, comunque sempre divertente e ironica, non ha saputo tirar fuori una storia particolare; in alcuni punti leggermente noiosa e scontata, poco coinvolgente. Per questo motivo non riesco a darle più di tre stelle.

Citazioni:

“Gli passo il cestino del pane sapendo che sceglierà quello casereccio non perché gli piaccia particolarmente, ma perché sa che io amo la focaccia. Ecco che uomo è Dan. Il tipo che ti lascia il tuo pane preferito.”
“Perché in fondo questo sono i regali. Non sono gli oggetti in sé che contano, ma le emozioni che gli accompagnano.”
“Se l’amore è facile… allora stai sbagliando qualcosa.”
“Se non ci battiamo per le persone che amiamo, a cosa serviamo?”

© Foto e FlashReview a cura di Alessia Prestanti

Misery

📚Misery📚

di Stephen King

1529308198873.JPEG

Edito da: Pickwick – Sperling & Kupfer

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 5 stelle

Non avevo mai letto questo libro del re e devo dire che mi è piaciuto molto. Si può considerare un suo classico, visto che è uscito nel 1987 ed è famosissimo (pure il film del 1990).

La storia inizia quando lo scrittore Paul Sheldon esce dal coma dopo un incidente stradale; invece di trovarsi in ospedale è casa di Annie Wilkes, una ex infermiera e per l’appunto sua grande fan. Conoscendo Annie lo scrittore capisce che la donna è mentalmente disturbata e lo tiene segregato in camera, sedato con delle pasticche. Nessuno sa dove si trovi Paul Sheldon, e in quello stato lui non può certo muoversi: è alla mercé della donna, che purtroppo si dichiara assai delusa dal suo ultimo lavoro in cui la sua adorata protagonista (Misery, appunto) muore. Quale sarà il destino dello scrittore e come si svilupperanno le cose? King, come suo solito, non deluderà e non farà mancare suspense, colpi di scena e parti macabre.

Citazioni:

“Capì che quel che stava tentando era di farsi venire un’idea. Farsi venire un’idea non era la stessa cosa che un’idea che viene da sé.”

“Ripeteva in continuazione a se stesso di non pensarci sapendo che invece era lì, inevitabile e immutabile, come un ossicino di traverso in gola. Allora, ce lo avrebbe lasciato o si sarebbe comportato davvero uomo, obbligandosi a vomitarlo?”

“Far finire un romanzo esattamente nella maniera in cui si era pensato all’inizio, sarebbe come lanciare un missile intercontinentale da una parte all’altra del mondo e insaccarlo in un canestro da basket.”

© Foto e FlashReview a cura di Alessia Prestanti

Macerie Prime – sei mesi dopo

📚Macerie Prime (sei mesi dopo)📚

di Zerocalcare

B1C6FDE0-851E-4054-A088-CF22D5453C2A.JPG

Edito da: Bao Publishing

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️  5 stelle

Ecco finalmente il seguito di Macerie Prime. In questo secondo e conclusivo episodio si va avanti a raccontare le difficoltà del protagonista e dei suoi amici: lavori precari, vite in bilico, il desiderio di avere un figlio o meno… ognuno viene privato di un pezzo di sé e la colpa non è solo dell’altro, ma anche nostra. La filosofia del panda (che alla fine si rivelerà per ciò che è) oscura il fedele amico armadillo, da sempre a fianco del protagonista. E se all’inizio ci sembra di stare meglio, alla lunga abbiamo perso totalmente noi stessi e i nostri amici. La vera battaglia è attraversare le macerie della vita e andare avanti, insieme, nonostante tutto. Come sempre Zerocalcare si dimostra divertente, ironico e tremendamente profondo. Analizza la società da dentro e tocca concetti reali che fanno riflettere sull’importanza della vera amicizia e del sostegno reciproco nei momenti difficili. Un’opera che nell’insieme è davvero struggente e, per come è raccontata, si meriterebbe anche di più di 5 stelle.

 

Citazioni:

“Alla fine noi siamo ‘sta roba qua. Sopravvissuti, imperfetti, pieni di cicatrici che ci siamo fatti tra di noi.”

“È così quando attraversi la vita. Ti usuri. E non puoi più tornare come prima. Ci devi stare. L’importante è che capisci quali sono i pezzi più importanti, quelli di cui non puoi fare a meno, che ti fanno essere quello che sei… E te li tieni stretti.”

“Chissà se sono più le cose che guadagni o quelle che perdi, quando impari a campare.”

© Foto e FlashReview a cura di Alessia Prestanti

L’altra verità

📚L’altra verità📚

Diario di una diversa

di Alda Merini

95E1D8A8-9D45-458C-93CF-88EB560D8618.JPG

Edito da: Rizzoli

⭐️⭐️⭐️  3 stelle (e mezzo)

In questo libro Alda Merini descrive la parte della sua vita passata in manicomio, dal momento in cui ci si è ritrovata all’improvviso, fino al difficile ritorno alla vita quotidiana. Ho sempre ammirato l’anima delicata della poetessa milanese, e mi sono voluta immergere in questo libro per scoprire di più su di lei. Secondo il mio personale parere si descrive l’esperienza sempre a grandi linee quasi con un certo distacco o timore di raccontare, almeno questo è quello che ho provato io leggendo. Come se volesse affrontare l’argomento, senza però andare fino in fondo. Si è focalizzata – giustamente – più sull’inno alla vita, che sugli orrori dell’ospedale psichiatrico, come elettroshock, medicine prese con la forza e torture psicologiche. Comunque nel complesso il libro scorre tra le pagine e si comprende bene il carattere di Alda, che nonostante la solitudine, l’abbandono, persino in quegli anni bui, non ha mai smesso di lottare e di cercare l’amore, ma soprattutto di amare la vita.

Citazioni:

“Avevo fame di cose vere, naturali, primordiali; avevo fame di amore. L’avrebbero mai capito gli altri?”

“E così, anche se noi dovevamo rigare dritti come soldati, e fingerci contenti, seguitavamo a morire giorno per giorno, senza che gli altri se ne accorgessero.”

© Foto e FlashReview a cura di Alessia Prestanti

#BambineRibelli

📚Storie della buonanotte per bambine ribelli📚

di Elena Favilli e Francesca Cavallo

C1BF4DCF-1F94-4C8F-8B6C-D934A923BFE5.JPG

Edito da: Mondadori

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️  5 stelle

C’era una volta, una principessa che aspettava il principe azzurro? Niente affatto. Tra queste bellissime pagine illustrate, scoprirete le vite di ragazze e donne coraggiose, indipendenti, forti, generose e determinate. Donne che si sono poste degli obiettivi e li hanno raggiunti con sacrifici; donne che a costo della vita hanno stabilito dei record mondiali. Delle vere eroine, altro che i banali super eroi. Dei veri e propri esempi di vita, che vogliono spronare ogni giovane donna a non temere niente, né i dogmi imposti dalla società, né i propri limiti. Quello che sembrava impossibile, è stato invece possibile solo grazie alla dedizione e alla forza d’animo di queste instancabili donne. “Storie della buonanotte per bambine ribelli” è un vero e proprio inno al “girl power”. Ogni bambina, giovane donna, e donna dovrebbe leggerlo (senza dimenticare tutti i maschietti: anche loro hanno bisogno di capire quanto noi donne siamo capaci di fare).

Citazioni:

“Sii sempre fedele a te stessa e non permettere mai a quello che dicono gli altri di distrarti dai tuoi obiettivi.” Michelle Obama

“Soprattutto, non temete i momenti difficili. Il meglio viene da lì.” Rita Levi Montalcini

“Non puoi cambiare le circostanze, ma solo il modo in cui le affronti.” Jessica Watson

“Le cose migliori e più belle del mondo non si possono vedere né toccare: si devono sentire con il cuore.” Helen Keller

“Anche di fronte alle più grandi sfide, non abbandonare mai i tuoi sogni. Più insisterai, più ti avvicinerai a ottenere quello che desideri. Quando le cose diventano difficili, tu diventa ancora più forte.” Amna Al Haddad

Curiosità:

È stato il libro più venduto in Italia nel 2017 (ben 470.000 copie). Ultimamente la Mondadori ha svelato l’uscita del secondo volume!! Sarà disponibile in Italia dal 27 febbraio 2018!! Save the date!

Io lo prenderò sicuramente. Non vedo l’ora.

#bambineribellidelmondounitevi 🙂

© Foto e Review a cura di Alessia Prestanti

Buona vita a tutti

📚Buona vita a tutti📚

di J. K. Rowling

IMG_0661.jpg

Edito da: Salani

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️  5 stelle

Dopo il menù di Natale avevo proprio bisogno di qualcosa di breve, fresco e leggero. 😀 Buona vita a tutti è stato perfetto. Un libro che si legge VERAMENTE in poco tempo. Un quarto d’ora, venti minuti al massimo. Giuro. A prova di digestione 😉

Questo libretto racchiude poche ma “buone” parole, tanto per restare in tema. Il titolo riprende la famosa frase tramandata “lunga vita a tutti” e si trasforma in una vita non lunga, ma bensì di qualità, una vita buona, degna di essere vissuta. La Rowling, nel suo discorso ai neolaureati di Harvard, spiega come il fallimento nella vita e l’immaginazione possano salvare delle vite, in primis le nostre e poi quelle degli altri. Riportando come esempio la sua vita, racconta che toccare il fondo ti aiuta a conoscere te stesso, a raggiungere la consapevolezza di essere forte e capace di rialzarti. L’immaginazione ti permette di essere più empatico, immedesimandoti meglio nella vita quotidiana degli altri. Troverete questo e molto altro nelle vivaci pagine di questo libro “motivazionale” senz’altro da leggere.

Citazioni:

“È impossibile vivere senza fallire in qualcosa, a meno di vivere così prudentemente che tanto varrebbe non vivere affatto… Nel qual caso si fallirebbe in partenza.”

“Non conoscerete mai veramente voi stessi o la forza dei vostri rapporti finché le avversità non vi avranno messi alla prova.”

“La vita è difficile, complicata e sfugge al controllo di chiunque, e l’umiltà di capirlo vi consentirà di sopravvivere alle sue vicissitudini.”

© Foto e Review a cura di Alessia Prestanti